Dodecaneso  
Il sito italiano sulla storia antica e moderna delle isole dell'Egeo   

   

 1306-1522  1522-1912

 1912-1943

      1943-1945   

 1945-1947  1947

ALBUM FOTOGRAFICO, PROPOSTA DI VIAGGIO INSOLITA PER TURISTI CURIOSI.    

In queste pagine vi proponiamo un tour fuori dal circuito abituale di visite che le guide propongono al turista. E' un tour infatti che vi porterà su luoghi di storia recente ma sempre con un occhio attento al passato antico. Qualcuno dirà che è un itinerario minore rispetto al noto circuito classico sulla storia antica e medioevale. Tuttavia non dovete vederlo in alternativa ma complementare alle fondamentali visite delle località storico archeologiche. L'appassionato di architettura  troverà notizie sulla storia e sullo stato di conservazione degli edifici e dei luoghi mentre il turista attento agli aspetti culturali scoprirà pagine inedite di storia e luoghi altrettanto poco noti e poco frequentati ma per questo non meno interessanti. Questo tour è una dimostrazione concreta di come si possa fare del  turismo sostenibile e alternativo.    

In questo tour, realizzato nell'ottobre 2002, sono stati fotografati gli edifici d'uso pubblico e privato, le varie località storiche ed i siti d'interesse militare relativi al periodo dell'occupazione italiana. Per completare il tour consultate le pagine sull' architettura di Rodi oppure sui vecchi aeroporti italiani.  Ci auguriamo che il governo locale possa e voglia riutilizzare gli edifici ancora in stato di abbandono e continui nell'opera di valorizzazione e restauro degli altri. Buona visita.                                                    

 

 

 

A fianco la cartina edita dall'Ente Turistico ENIT nel 1939, ci sarà molto utile nel nostro tour virtuale per confrontare la vecchia toponomastica italiana con quella attuale. 

 

aerial_Rodos.jpg (47010 byte)

 

Foto Courtesy of Kyprianos Biris 

 

 

 

Veduta aerea della città murata e dei luoghi della storia recente di maggior interesse. 

 

 

 

Cominciamo il nostro tour dall'edificio dell'Acquario, situato all'estrema punta dell'isola detta Kumburnù dove sorgevano gli antichi cimiteri turchi, interessante la fauna ittica mediterraneo ospitata nelle vasche.  

 

 

 

Tra l'attuale palazzo di Giustizia ed il municipio di Rodi, sorge la caserma Principe prima sede dei Reali Carabinieri ed oggi sede della polizia ellenica, insomma cambiano i tempi e le divise ma non l'uso finale dell'edificio. Consigliamo tuttavia di non farsi arrestare solo per visitare la caserma...     

 

 

 

 

5 giugno 1934 la caserma Principe di Piemonte durante la celebrazione dell'anniversario della fondazione  dei Reali Carabinieri, al centro in divisa bianca con fascia il Governatore Mario Lago. Confrontandola con la foto sopra, si  può notare come sia stata modificata la facciata, con l'inserimento di un piano che altera le proporzioni originali verticalizzandone  l'aspetto.          ..     

 

 

 

Chissà quanti, tra le migliaia di turisti che sostano alla fermata degli autobus del Mercato Nuovo, si sono chiesti chi fossero questi due giovani militari. Erano due cittadini rodioti che aderirono al Battaglione Sacro, una formazione greca armata ed equipaggiata dai britannici che combattè al fianco degli Alleati. I due soldati rodioti, Nicholas Sava e Giorgio Kirmihalis parteciparono  con i commandos inglesi ad un attacco contro gli aeroporti italiani di Rodi nel settembre 1942  ma furono catturati. Uno di essi Nicholas Sava fu condannato a morte e fucilato mentre  Giorgio Kirmihalis essendo minorenne fu condannato all'ergastolo, morì di tisi dopo il suo rientro a Rodi nel 1946.Sull'episodio si veda la bibliografia del sito.         

 

 

 

Quest'edificio un pò nascosto che sorge quasi di fronte alla Porta D'Amboise, era la sede del Comando dell' Aeronautica dell'Egeo. Oggi ospita un' istituto di formazione ma va ricordato sopratutto perchè vi furono rinchiusi nel luglio 1944 gli ebrei di Rodi. Detenuti per giorni senza cibo furono poi trasferiti in condizioni disumane ad Auschwitz. Di circa 5.000 persone se ne salvarono meno di una decina. Sui crimini nazisti si vedano altre pagine del sito.      

 

 

                                                                 

Foto L.A.Maltoni anno 2002, la riproduzione o la copia delle foto e dei testi è vietata  in accordo alle  leggi internazionali sul "Copyright". La eventuale riproduzione deve essere richiesta ed autorizzata  redazione@dodecaneso.org